martedì 19 dicembre 2006

Statuto del SIC

Premessa

Siamo consapevoli di essere tutti, in quanto la usiamo, padroni della lingua, di cui non possiamo fermare l’evoluzione. Ci siamo presi a cuore le sorti del modo congiuntivo che sta per essere bandito dalla lingua parlata.
Per questo è nato il “SIC”, di cui abbiamo stilato lo statuto.


Nell’anno del Signore 2006, il 21 Ottobre, alla presenza del capo di Istituto,è stato costituito un comitato con denominazione “ SIC”, Salviamo Il Congiuntivo.


1. Questa associazione, che non ha scopo di lucro, ha i seguenti scopi: difendere e diffondere il modo Congiuntivo.
2. L’associazione ha sede nella 2^B della scuola secondaria di primo grado ”Padre Costanzo Beschi”, dell’Istituto Comprensivo 1, a Castiglione delle Stiviere, provincia di Mantova, regione Lombardia, Italia;
3. La durata dell’associazione è illimitata.


Scopo sociale
4. Il nostro unico interesse è quello di salvaguardare il modo congiuntivo, in quanto lo riteniamo fondamentale per comunicare correttamente in lingua italiana.
5. Vogliamo pertanto valorizzare la lingua italiana anche nell’uso corrente.


Soci
6. I soci si distinguono in:
- Soci fondatori: sono tutti gli alunni della classe 2°B dell’anno scolastico 2006-2007.
- Soci sostenitori, tutti quelli che condividono il nostro obiettivo e si impegnano ad usare in modo corretto il modo congiuntivo ed a diffonderne l’uso.
7. L’adesione è a tempo illimitato, perché una volta imparato bene, non lo si dimentica più.
8. L’adesione all’associazione non dà diritto a nessun riconoscimento, se non quello morale di partecipare alla difesa di qualcosa che da tempo viene vilipeso, ignorato e sta per essere dimenticato.
9. L’adesione è volontaria, ma per i minori, che ancora sono in formazione, è necessario superare un piccolo test.
10. Il numero dei soci è illimitato.


Regolamento interno
Ogni socio deve:
a. conoscere il modo congiuntivo dei verbi regolari e irregolari.
b. conoscere le regole che ne disciplinano l’uso.
c. ascoltare con attenzione coloro che parlano, individuare gli errori e correggerli, chiunque sia l’emittente.
d. dare l’esempio con l’uso corretto del modo congiuntivo.

Scarica dal sito della nostra scuola le regole del Modo Congiuntivo

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Vorrei scaricare il documento "IL MODO CONGIUNTIVO.doc" ma il relativo link indicato sopra ("Scarica dal sito della nostra scuola le regole del Modo Congiuntivo") deve essere sbagliato.

Federico Capoani ha detto...

Non ho ben capito come si faccia ad iscriversi. Se qualcuno vuole rispondermi: capoani.iacchetti@tiscalinet.it
PS: Ho 11 anni, mandatemi il test!

Federica Pavoni ha detto...

Trovo molto interessante la vostra iniziativa che condivido in pieno.
Ho dodici anni e vorrei potermi iscrivere, ma non ho ben capito come devo fare.
In attesa di ricevere il test,
Vi invio un mio testo.
Eccolo:

“ La danza ed io “

Danzare. Ecco: io voglio danzare.
Persino nel sonno, sento risuonare gli ordini che la mia insegnante del "Bolscioi" di Mosca, mi impartisce con voce suadente ma ferma: « Tombé, retiré, passé par terre, port de bras, grand plié, arabesque…»
Io credo che lei abbia intuito quello che io provo danzando… sensazioni difficili a descriversi con le sole parole.
Con la danza voglio esprimere tutta me stessa: dolcezza e forza, eleganza e armonia. Io sento la musica dentro di me e desidero interpretarla come se fosse una cosa sola con il mio modo di essere e di sentire.
Apprezzo come la mia insegnante mi sta vicina e il modo attento con il quale mi segue. È esigente: pretende che io sia all’ altezza delle sue aspettative.
Il fatto che io debba sempre dividermi tra la scuola e l’Accademia di Danza non mi dà nemmeno il tempo per respirare. Per me non esistono domeniche o momenti di riposo: io sono costantemente sotto pressione, perché voglio riuscire bene anche negli studi.
Vita dura la mia!
Ma è chiaro che io devo solo pensare al mio futuro. Argomento serio, vero?
E va be’, qualche volta devo pur fare la persona che tiene i piedi ben saldi per terra. Cosa questa che mi riesce difficile: io non faccio che esercitarmi ore e ore per riuscire a muovermi con leggerezza sulle punte! Se sapessi volare, per me sarebbe tanto di guadagnato!...
Io vivo per la danza, perché mi prende l’anima.
Alla sbarra e in body nero, eseguo ogni movimento un'infinità di volte, con testardaggine, cercando di dare il meglio di me stessa per arrivare alla perfezione.
Io vorrei che il mio futuro fosse là, sul palcoscenico di un famoso teatro nel mondo.
Nelle ore di repertorio, sulle note de “Il Lago dei Cigni”, io vedo il mio futuro come vorrei che fosse. Si direbbe una magia!
La danza ed io: un insieme di sensazioni ed emozioni che mi rendono viva. E’ come se io fossi un fiocco di neve che, caduto dal cielo, danza nell’aria con leggerezza e armonia su preziose note di vita.

Federica Pavoni - classe 2a F -
Scuola Media Statale "Donadoni"
- Bergamo

e-mail: federica.pavoni@gmail.com















2

Anonimo ha detto...

ciao ho 14 anni ma non ho capito bene come ci si iscriva
se poteste rispondermi ve ne sarei grata (il mio indirizzo e-mail è www.azzurro7@alice.it) grazie

Anonimo ha detto...

Ciao, sono una alunna della scuola media di Agrate Brianza. Ho letto l'articolo che riguarda il club del congiuntivo e mi è sembrata una idea interessante.Anche nella mia classe diamo molta importanza al congiuntivo.Volevo farvi i complimenti!!!

Giuseppe Dattilo ha detto...

Complimenti vivissimi.
Volevo iscrivermi, ma non sono riuscito. Per chiarimenti potreste inviarmi una mail a dattilogiuseppe@tiscali.it ?
grazie
Giuseppe Dattilo
Un super tifoso del congiuntivo

Diego ha detto...

Nella maggior parte degli ambienti, ed in particolare in tv, regna un'anarchia lessicale e soprattutto grammaticale sconfortante.
Ciò avviene a volte per ignoranza ma sempre più spesso per disprezzo della lingua italiana, considerata da tanti non come una ricchezza quanto come una prigione, una limitazione alla propria "libertà" di trasgredire.

Purtroppo sembra che tutto si faccia, tutto si insegua tranne dare esempio di buon comportamento e di linguaggio corretto.

Per questi motivi mi compiaccio per la vostra iniziativa, un’autentica azione controcorrente.
Mi congratulo con gli insegnanti che hanno suggerito e promosso questa grande goccia nel mare, e invito voi ragazzi ad essere loro riconoscenti per questo e per gli altri insegnamenti che ricevete.

Mi chiamo Diego e ho 32 anni. Nonostante sia grande e grosso, vorrei ricevere il test di adesione, sperando di riuscire a superarlo.

Ciao,
diesam@libero.it

Flavia ha detto...

Ciao, sono una persona qualsiasi, ma finalmente fiera di far parte di un progetto per salvare almeno una parte della nostra ricchissima lingua!!!
Era ora che qualcuno prendesse un'iniziativa simile!
Bravi.
Ma come si fa ad iscriversi?

Anonimo ha detto...

Secondo noi, il congiuntivo è indispensabile per parlare correttamente l'italiano.
Inoltre, anche se è difficile, la vostra iniziativa è molto interessante, perché adesso con i dialetti non si usa più una forma così elegante.
Non abbiamo più niente da dire, ma una cosa sì:
Non scongiuntiamoci
dal congiuntivo

Airone44 ha detto...

non avrei mai pensato di trovare qualcosa di simile; bravi! evidentemente il decadimento della nostra lingua è ormai tangibile,soprattutto in TV e nei nostri politici.Devo ringraziare i miei professori ed in particolare il prof.Renato Arcioni per avermi fatto innamorare della nostra lingua.
Airone44@virgilio.it

moth ha detto...

A parte l'ilarità.
Terrei personalmente molto a sostenere questa iniziativa.

Un saluto.
CordialeMente.
Thomas Cocco

Pautasio ha detto...

Bravi ragazzi. E' davvero un'ottima iniziativa. Spero possiate riscuotere tutto il successo che meritate per la vostra importantissima campagna di salvaguardia di una cosa così straordinariamente bella, com'è la lingua italiana. Un grande "In bocca al lupo" a tutti voi, anche per il prosieguo dei vostri studi.

Anonimo ha detto...

come si fa ad iscriversi??
mandatemi il test per favore a:
lbj_23@katamail.com

Anonimo ha detto...

come ci si iscrive al SIC?? Non trovo il link da nessuna parte e mipiacerebbe provare a fare il test. Potreste inviarmelo al seguente indirizzo mail:
emidaniros@libero.it

bonus gratis ha detto...

Boooooo